L'educazione che non c'è

L'episodio che si è verificato l'altra sera a Vernate ricorda un pò quannto avveniva in passat, precisamente in tempo di guerra. Era allora e nell'immediato periodo post bellico cehe, sotto le rovine di strutture distrutte o ancora nelle ampie camoagne, i ragazzini ritrovavano ordigni bellici inesplosi che pioi custodivano gelosamente, quasi fossero tesori. Del tutto ignari del pericolo che stavano correndo. Oggi non è cosi, la communicazione e i media danno informazioni costanti che, però, spesso non vengono recepite. 

Anche nel caso di Vernate, l'arma ritrovata in un camopo è statasicuramente percepita come un trofeo da esibire agli amici anche se oggi, il concetto di trasgressione che dovrebbe essere l'origine della mancata segnalazione ai genitori del ritrovamento, è molto diverso. Cosi' come sono diverse le fantasie dei ragazzi che oggi conoscono bene, anche attraverso l'uso sfrenato della tecnologia, quali sono le conseguenze dell'utilizzo edella manipolazionedi armi da fuoco. 

Quello che emerge è invece una carenza educativa: non penso che